Certificazione di Conformità

Ti Serve una Certificazione di Conformità?

Per Informazioni o per un preventivo Gratuito

 

Contattaci Senza Impegno al numero 338 421 41 11

Certificazione di conformita

La Dichiarazione di Conformità di un impianto deve essere rilasciata dal tecnico installatore dello stesso. Questo documento certifica che l’impianto è stato realizzato secondo le norme previste dalla legge e rispetta le specifiche richieste.

Introdotta per la prima volta dalla legge n. 46 del 1990, ormai sostituita dal Decreto Ministeriale n. 37 del 22 gennaio 2008, questo documento ha lo scopo di tutelare la sicurezza, scongiurando gli incidenti domestici, dovuti per lo più a malfunzionamenti degli impianti.

L’impresa installatrice è tenuta a rilasciare tale documento al termine dell’installazione di un impianto o in caso del suo rifacimento.

Per gli impianti realizzati prima dell’entrata in vigore della legge, o per i casi nei quali non sia possibile reperire la dichiarazione di conformità, invece, il decreto 37/08 ha introdotto la cosiddetta Dichiarazione di Rispondenza, che deve essere redatta a cura di uno dei soggetti previsti dall’art. 7 comma 6 del DM 37/08.

La dichiarazione di conformità è obbligatoria per tutti i tipi di immobili, inclusi quelli ad uso abitativo, e per tutti i tipi di impianti, come:

  • impianti elettrici;
  • impianti di protezione dalle scariche atmosferiche;
  • impianti di automazione di porte e cancelli;
  • impianti radiotelevisivi;
  • impianti di riscaldamento, condizionamento e climatizzazione;
  • impianti idro – sanitari;
  • impianti gas;
  • impianti di sollevamento (ascensori, montacarichi, scale mobili e simili);
  • impianti di protezione antincendio.

Ma quali sono i contenuti del certificato di conformità di un impianto?

Il certificato viene redatto secondo il modello allegato al D. M. 37/08, successivamente modificato dal Decreto 19 maggio 2010, riguardante il regolamento in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici.
Per la Dichiarazione di rispondenza, invece, non esiste un modulo standard, ma l’installatore dovrà redigere una relazione tecnica nella quale si attesti l’esecuzione dell’impianto alla regola dell’arte.

La dichiarazione di conformità di un impianto deve contenere una serie di dati obbligatori, così come da modello approvato dal Ministero del Lavoro, come il tipo di impianto, i dati del responsabile tecnico dell’impresa, del committente e del proprietario dell’immobile, i dati relativi all’ubicazione dell’impianto, i materiali impiegati e la rispondenza alle norme vigenti.

Il certificato, inoltre,  deve contenere una serie di allegati, pena la nullità del certifato stesso:
– il progetto dell’impianto, obbligatorio solo per immobili con determinate caratteristiche dimensionali;
– lo schema di impianto (laddove non c’è il progetto);
– la relazione tipologica (o elenco dei materiali);
– il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio della ditta.

La Dichiarazione di conformità deve essere redatta in diverse copie, che vanno consegnate all’utilizzatore dell’impianto e al committente, due delle copie vanno firmate dal committente per ricevuta, e una di esse deve essere presentata dall’installatore allo Sportello Unico dell’Edilizia del comune in cui è ubicato l’impianto.

Quando è richiesto il certificato di conformità impianti?

E’ importante che l’impresa rilasci al committente il certificato di conformità degli impianti perché, oltre ad attestare la corretta esecuzione degli stessi, esso può essere richiesto per l’esecuzione di diversi adempimenti burocratici, Inoltre,  in caso di mancato rilascio del certificato da parte dell’impresa, sono previste sanzioni amministrative che vanno da 1.000 a 10.000 euro.

Ad esempio, la certificazione di conformitò degli impianti andrebbe allegata all’atto di rogito; tuttavia si ritiene che la mancata allegazione del documento nell’atto di rogito non determina la nullità dello stesso. Ad ogni modo, qualora la certificazione di conformità non venga fornita, ciò deve essere indicato nell’atto e l’acquirente dovrà impegnarsi a sue spese far adeguare l’impianto alle norme. Per questo motivo potrà richiedere al venditore uno sconto sul prezzo di acquisto.

Se non sei in possesso della certificazione di conformità dei tuoi impianti o se vuoi adeguare i tuoi impianti alle specifiche di leggere, rendendo la tua abitazione più sicura, richiedi l’intervento dei nostri tecnici. Ogni lavoro verrà eseguito a regola d’arte, in tempi brevi e ad un costo contenuto.

Se stai cercando un’azienda seria, che offra certificazioni di conformità, Life è l’azienda che fa per te. Contattaci subito.

Chiama il numero 338 421 41 11 o compila il form qui sotto


Nome*
E-mail:*
Telefono:
-
Messaggio: